Abolizione canone radiotv: domenica la Svizzera al voto

Domenica 4 marzo anche gli svizzeri saranno chiamati alle urne per esprimere il loro parere sul quesito referendario che vuole abolire il canone radiotelevisivo. Accesi i toni della campagna elettorale, divisa tra chi sostiene che ognuno debba poter pagare solo quello che consuma e chi, invece, si oppone a quello che definisce lo smantellamento del servizio pubblico, la “berlusconizzazione” dell’offerta di radio e tv, con una deriva “all’americana”.

Se l’iniziativa passasse, “la Svizzera sarebbe il primo Paese in Europa ad abolire il servizio pubblico nel settore della radio e della televisione”, ha sottolineato il governo, contrario all’iniziativa.

Stando agli ultimi sondaggi, ripresi dall’agenzia Ansa, gli oppositori alla proposta sono in aumento al 65%, mentre la quota dei sostenitori è scesa al 33%.

fonte: primaonline.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *