IMG_2030

Danilo Gallinari: tra playground, Nazionale e perché no, un po’ di musica…

Il Campione di basket, Danilo “Gallo” Gallinari, famoso in tutto il mondo e stella dell’NBA, non dimentica le sue origini milanesi, anzi, è sempre molto attaccato alla città che gli ha dato i natali e si impegna in prima persona per rendere gli sport di strada, come il basket e il calcio, praticabili, divertenti e alla portata di tutti, riqualificando i “campetti” dei quartieri, affinché diventino nuovamente luoghi di aggregazione.

IMG_1093

Dopo la riqualificazione lo scorso anno del playground del Parco Vittorio Formentano, più conosciuto come Parco Marinai d’Italia, quest’anno Danilo Gallinari, è tornato a Milano con WE PLAYGROUND TOGETHER, inaugurando insieme a Roberta Guaineri – Assessore allo Sport del Comune di Milano, Daria Braga – Direttore Fondazione Laureus Italiae e Michele Ponti – Responsabile del Progetto WPGT, nell’area sportiva di viale Sarca, un nuovo playground e, novità di quest’anno, anche un campo da calcio a 5.

IMG_1089

 

Un playground bellissimo e coloratissimo, con pavimentazioni in resina per campi sportivi di Mapei, abilmente personalizzato con vivacissimi colori dall’estro creativo del Centro Stile di Garage Italia, la spettacolare officina nota per la customizzazione di auto, moto, aerei e barche – che per la prima volta si è cimentata anche nei campi da basket! – e realizzato dall’Architetto Giuseppe De Martino, con canestri e tabelloni di nuova generazione, così come le porte e il manto erboso del campo da calcio.

IMG_2131

Il playground è stato ‘battezzato’ ufficialmente da una partita tra i ragazzini della Fondazione Laureus Italiae, di cui “il Gallo” è Ambasciatore, e una che ha coinvolto lo stesso Gallinari e “gli amici di Danilo”, tutti in divisa Adidas, che appoggiava l’evento.

IMG_1090

IMG_1094 IMG_1095

 

Quello che colpisce più di tutto di questo ragazzone di più di due metri di altezza è la sua umanità: ride e scherza con tutti, in particolare coi suoi fans più giovani che lo guardano adoranti e un po’ timidi, timorosi di chiedergli una foto, ma lui non la nega a nessuno. Era prevista una sessione di foto in chiusura dell’evento per 100 tifosi che dovevano prenotarsi on line, ma da quando è arrivato a quando è andato via ha concesso selfie e autografi a tutti, sempre col sorriso sulle labbra, mai un segno di insofferenza o fastidio, sotto il sole cocente. Un esempio per tutti.

E con la stessa disponibilità ha rilasciato interviste a tutti i giornalisti presenti.

IMG_1092

IMG_1091

Prima partita sul nuovo “campetto” andata, qual è il significato di questi playground e perché tu ci credi tanto?

Il significato è quello di creare degli spazi, per i giovani soprattutto,  ma per chiunque lo desideri, in cui giocare a pallacanestro, divertirsi e stare anche fuori da situazioni non gradevoli. È fondamentale per Milano, ma non solo, che ci siano progetti come questo e mi auguro di essere un esempio per altri colleghi non solo del basket ma anche di altri sport.

Ora si parte con la Nazionale che dal 31 agosto sarà impegnata ai Mondiali di basket in Cina. Cosa ti aspetti?

Mi aspetto una lunga maratona. sarà un percorso lungo e tosto ma speriamo di uscirne vincenti.

Hai qualche rivale che temi di più?

Bisogna affrontare tutti con grande determinazione, Chiaramente la sfida con la Serbia che è nel nostro girone è già tosta.

Parliamo di un argomento che ci tocca più da vicino, che rapporto hai con la radio, la ascolti?

Sì, la ascolto, l’ho sempre ascoltata . Mia mamma l’ascoltava tantissimo. Mi ricordo nei che viaggi accompagnandomi a scuola accendeva sempre la radio, radio diverse e l’ho sempre ascoltata.

La tua musica preferita?

Forse rap e hip-hop.

 

Chiara Ruggiero

 

palmi

Radio Vaticana intervista Marco Palmisano, presidente Movimento Laici & Cristiani

Da 80 anni Santa Caterina da Siena è la patrona d’Italia. Lo scorso 29 aprile è stato celebrato questo importante anniversario. Il libro e il giglio sono le “icone” di Santa Caterina da Siena. Richiamano la dottrina e la purezza, “virtù” che accompagnano la mistica toscana vissuta nel Trecento che aveva descritto Cristo come un ponte gettato tra il Paradiso e la terra. Continua

dichio

LaMiaRadio intervista Federico di Chio, direttore Marketing strategico Mediaset

Oggi su LaMiaRadio vi proponiamo l’intervista a Federico di Chio, direttore del Marketing Strategico del gruppo Mediaset e docente di Strategia dell’impresa audiovisiva all’Università Cattolica di Milano. Il professor di Chio fa parte del Consiglio d’Amministrazione del TER (Tavolo Editori Radio), la società che raccoglie e pubblica i dati d’ascolto delle emittenti radio in Italia. Continua

lorusso

A qualcuno piace presto: LaMiaRadio intervista Pippo Lorusso

Oggi su LaMiaRadio vi proponiamo l’intervista a Pippo Lorusso. Artista poliedrico con una spiccata vena brillante, da ormai nove stagioni è al timone di A qualcuno piace presto, il morning show di radio m2o. Cresciuto a Novara, si è formato artisticamente a Milano dove ha debuttato nel mondo del teatro e della pubblicità. Ha recitato in alcune soap e sit-com di Canale 5 per poi dal 2007 avviare una fortunata collaborazione con Maccio Capotonda. Prima a Mai dire Martedì in compagnia della Giallappa’s Band, poi con delle esilaranti produzioni che spopolano ancora oggi sul web. E dal 2013 al 2015 è stato protagonista su MTV della serie di successo firmata Maccio Capatonda “MARIO”, nella quale veste i panni del giornalista Salvo Errori, del Commendadore dei caroselli e dell’attore degli spot demenziali come “Amaro Vecchia Romana”. Poi arriva il cinema con Italiano Medio, Loro Chi?, Mister Felicità, Omicidio all’italiana e il recente Caccia al tesoro. Nuove sfide attendono Pippo Lorusso, ma alla radio è rimasto sempre fedele, con la sua presenza mattutina a m2o.

 Pippo, qual è il segreto per alzarsi prestissimo ogni mattina?

Il segreto è quello di Pulcinella ovvero andare a dormire alle 21 con mia figlia di 6 anni! Ovviamente quando gioca l’Inter e vince vado a letto alle 23 e dormo subito. Se invece perde beh allora passo la notte a fissare il soffitto. A parte gli scherzi per fare un programma alle 6 del mattino ho uno stile di vita “da pensionato”. La cosa importante per me è sempre alzarsi con la voglia di andare a divertirsi e divertire. Come si dice? Quando fai un lavoro che ti piace e che hai sempre sognato di fare allora non lavori mai.

Continua

1 2 3