Radio1: il ritorno di Minoli e nuovi spazi dedicati a famiglia, consumatori e ambiente

Riparte lunedì 9 settembre la stagione radiofonica firmata Radio1 e la prima novità riguarderà ‘Sportello Italia’, rubrica al servizio dei consumatori e al mondo del lavoro tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 11.30 alle 12. Quotidiana è anche la trasmissione ‘Formato famiglia’ dalle 12.30 alle 13 dedicata al mondo della famiglia a 360° e ai complessi rapporti genitori figli. L’altra novità è Il ‘Mix delle 5’, ideata e condotta da Giovanni Minoli il lunedì e il venerdì dalle 17.05 alle 18. Nella fascia notturna (1-3) torna in forma quotidiana ‘Stereonotte’ altro marchio storico di Radio1 affidato alla voce di più conduttori che si alterneranno al microfono. Nel fine settimana L’aria che respiri dedicata all’ambiente e all’ecologia.  Per il resto sono confermati i principali programmi di Rai Radio1: dal Mattino di ‘Radio1’ a ‘Radio Anch’io’, da ‘Cento città a Radio1’ giorno per giorno. E ancora: ‘Un giorno da pecora’, ‘Radio1 Music Club’, ‘Radio1 in viva voce’, ‘Italia sotto inchiesta’, ‘Zapping’, ‘Zona Cesarini’ e, a chiudere la lunga giornata, Tra poco in edicola che anticipa alle 23.

Il racconto dell’Italia in diretta comincia con l’Inno di Mameli alle 04.58. Subito dopo, dalle 5 fino alle 7, il prime time della radio, c’è Il mattino di Radio1: notizie, rassegna stampa, anticipazione dei fatti del giorno, collegamenti e musica con la cura di Carlo Cianetti, la conduzione di Giovanni Acquarulo, Francesco D’Ayala, Gianmaurizio Foderaro e la presenza fissa di Dario Salvatori. Dopo il Gr delle 7, dalle 7:35 è la volta di ‘Radio anch’io’, storico programma di Radio1 condotto da Giorgio Zanchini (in alternativa da Nicole Ramadori) che commenta la notizia principale del giorno. Solamente il lunedì in questo spazio va in onda ‘Tutti in classe’, rubrica dedicata alla scuola e condotta da Paola Guarnieri, e Radio anch’io sport condotto da Filippo Corsini.

 Dalle 9:30 alle 10:30 (il lunedì a partire dalle 10) Cento città. In diretta con l’Italia il programma di Radio1, in collaborazione con la Tgr, dedicato al territorio e alle realtà locali. Al microfono Ilaria Amenta, Gianluca Semprini e Duccio Pasqua. A seguire, dalle 10:30 alle 11:30, Radio 1 Giorno per Giorno: un format dedicato all’informazione di servizio, ai temi sociali con finestre aperte sull’attualità e sulle nuove tendenze. In conduzione Eleonora Belviso e Francesca Romana Ceci, con Mauro Zanda. La mattina prosegue con Sportello Italia (dalle 11.30 alle 12.00), rubrica al servizio dei consumatori e al mondo del lavoro, a cura della redazione economica con il contributo di Annalisa Manduca. E subito dopo l’informazione regionale è la volta dell’altra novità di quest’anno, Formato famiglia, generazioni a confronto (dalle 12.30 alle 13) dedicata al mondo della famiglia e ai complessi rapporti genitori figli. Al microfono: Diana Alessandrini e Savino Zaba.

 Dopo il Gr delle 13 la fascia del primo pomeriggio si apre con la satira di Un giorno da gambero con Duccio Pasqua e Marcella Sullo che il 23 settembre lasceranno il posto a Geppi Cucciari e Giorgio Lauro con il loro Un giorno da pecora storico programma giunto alla 13^ edizione (13.30-15). Poi, dalle 15 alle 15.30, spazio alla musica con Radio1 Music club di John Vignola e Radio1 In viva voce con Ilaria Sotis e Claudio De Tommasi (dalle 15:30 alle 17), con l’approfondimento delle notizie accadute nel cuore della giornata. Il pomeriggio prosegue con Il Mix delle 5 il nuovo programma che segna il ritorno in Rai di Giovanni Minoli, in onda il lunedì e il venerdì, dalle 17.05 alle 18. Dal martedì al venerdì si conferma il narrativo di cronaca Mangiafuoco sono io. Emanuela Falcetti, con la sua verve travolgente, mette tutti sotto inchiesta dalle 18.00 alle 19.00 con Italia sotto inchiesta.

Dopo il Gr delle 19 sarà la volta di un’altra pietra miliare di Radio1: Zapping (dal lunedì al venerdì dalle 19.35 alle 21) con Giancarlo Loquenzi: il commento delle notizie della giornata attraverso i titoli dei Telegiornali. Zona Cesarini (con Maurizio Ruggeri dalle 21.05 alle 23.00) accompagnerà gli ascoltatori mescolando sport e musica. Infine, Tra poco in Edicola (con Stefano Mensurati, dalle 23.05 all’01.30) la rassegna stampa di Radio 1 che chiude la giornata e anticipa quella che sta per arrivare. Il lunedì orario ridotto per lasciare spazio a Radio1 plot machine (in onda dalle 23.05 a mezzanotte) il programma condotto da Vito Cioce che offre l’opportunità agli ascoltatori di trasformarsi in scrittori o sceneggiatori. Il week end di Radio1 è dedicato alle rubriche settimanali. Sono due le novità di questa stagione: il sabato mattina L’aria che respiri (sabato mattina dalle 06.05 alle 06.30), condotta da Sonia Filippazzi, dedicata ai temi dell’ambiente e dell’ecologia. La domenica dopo il gr della mezzanotte ‘Quel che resta del giorno’, una riflessione notturna sulle trasformazioni che modificano le nostre abitudini e gli stili di vita. Al microfono Vittorio Schiraldi (dalle 00.40 all’01). Confermate le altre. Il sabato si parte con Sette su sette (Gian Maurizio Foderaro presenta le ultime tendenze musicali, dalle 5 alle 7), Le storie di Radio1. Racconti dell’Italia di oggi e domani (Lucia Coppa, dalle 6.35 alle 7), Caffè Europa (Tiziana Di Simone, 7.35-8), Inviato Speciale (il settimanale che si occupa di approfondimenti e reportage, dalle 8.30 alle 9.30), Life (Annalisa Manduca parla di medicina e benessere dalle 9.30 alle 10, anche la domenica), Radio di bordo (la rubrica dedicata al mare, condotta da Raffaele Roselli, dalle 10 alle 10.30), Mary pop (il magazine di intrattenimento, moda e spettacolo condotto da Maria Teresa Lamberti, dalle 10.30 alle 11), Eta Beta (Massimo Cerofolini svela il mondo dell’innovazione, dalle 11.05 alle 11.30), Top car (Sandro Marini racconta le novità del mondo dei motori, dalle 11,30 alle 12), Sciarada (libri, musica, arte, cinema e teatro: la rubrica della redazione cultura, dalle 12.30 alle 13.00) e dalle 13.30 alle 14 Coltivando il futuro (Ambiente e agricoltura raccontati da Sandro Capitani). La sera, dopo il pomeriggio sportivo di Sabato sport, dalle 23.30 a mezzanotte Il pescatore di perle (Carlo Albertazzi ripercorre momenti importanti della storia del Secolo breve). Poi, prima di Stereonotte, Incontri d’autore (rubrica dedicata ai libri condotta da Alessandra Rauti, dalle 00.30 alle 00.40, in onda anche la domenica) e ancora Plot Machine (dalle 00.40 all’01).

La domenica con molti spazi dedicati alla fede: si comincia con Babele (il dialogo interreligioso raccontato dai vaticanisti del Gr, dalle 05 alle 06), poi Culto evangelico (in collaborazione con la Federazione delle chiese evangeliche italiane dalle 06.30 alle 07). Alle 07.20 la rubrica che racconta lo sport fuori dai campi di gara, Extratime, condotta da Massimiliano Graziani, seguita da Voci dal mondo (rubrica che si occupa di esteri, dalle 07.35 alle 08.00), Vittoria (il format tutto al femminile condotto da Maria Teresa Lamberti, dalle 08.30 alle 09). e I viaggi di Radio1 (settimanale dedicato al turismo condotto da Sandro Marini e Umberto Broccoli, dalle 09.05 alle 09.30). Dalle 10.05 alle 10.30 c’è Te la do io l’arte, viaggio nell’arte contemporanea con Nicolas Ballario. Dalle 10.30 alle 10.40 In viaggio con Francesco di Padre Enzo Fortunato che precede La finestra su San Pietro, rubrica di informazione religiosa che comprende la Santa messa e l’Angelus. Poi spazio a Domenica sport, fino alle 23.30. Subito dopo, Numeri primi: Francesco Graziani racconta storie di sport legate a fatti di cronaca o politica.

Lo sport è da sempre una colonna portante di Radio1 e del Gr. A cominciare dal Calcio con la Serie A, la Champions e l’Europa league e gli Europei di calcio 2020; le Olimpiadi di Tokyo il prossimo luglio; la Formula1; il MotoGp; il ciclismo, con i mondiali su strada in Svizzera, gli Europei a Trento, il Giro di Italia e il Tour de France. Poi ancora: Basket, Pallavolo, Sci alpino e il 6 nazioni di Rugby. Un formidabile contenitore di diritti sportivi free. Oltre alla trasmissione più famosa della radio italiana, Tutto il calcio minuto per minuto, che il 10 gennaio compirà 60 anni, in palinsesto ci sono il lunedì mattina Radio anch’io Sport e, tutte le sere, Zona Cesarini. Nel fine settimana, come detto, spazio a Extratime e al filo diretto con i campi di gara con Sabato Sport e Domenica Sport. In aggiunta all’offerta sportiva, c’è Radio1Sport, il canale radiofonico digitale tematico dedicato a tutti gli appassionati con una ricca offerta e con molti eventi sportivi in esclusiva.

Radio1 conferma la propria attenzione ai Grandi Eventi. Non solo Sanremo, la mostra del cinema di Venezia, Cannes, il salone del libro di Torino, Vinitaly e i grandi happening sportivi. Radio1 si impegnerà a dare spazio e visibilità – ma dovremmo dire ascolto – agli eventi che dal punto divista editoriale meritano un’attenzione particolare e che rappresentano l’essenza dell’informazione del servizio pubblico: la giornata dedicata alle violenza contro le donne, la giornata della disabilità, la giornata dell’infanzia, il Giorno della memoria (27 gennaio), il Giorno del ricordo (10 Febbraio), il 25 aprile, il primo Maggio, la giornata della memoria delle vittime della mafia (21 marzo), il giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo (9 maggio) solo per fare alcuni esempi. Per Il digitale, sono diventati una realtà i nuovi Gr tematici dedicati ai cinque canali specializzati: Radio Kids, Radio Classica, Radio Live, Radio Tuttaitaliana e Radio Techete’, ed è diventata una realtà Youradio che consente agli utenti registrati di creare il proprio giornale radio personalizzato.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *