Radio2: a Cantautoradio Morgan racconta Luigi Tenco

Ogni sabato su Rai Radio2 alle 22 Morgan racconta a Cantautoradio la vita, l’arte e la poetica dei grandi cantautori. Dopo le precedenti puntate dedicate a Fabrizio De André, la puntata in onda sabato 28 settembre sarà dedicata a Luigi Tenco. Ospiti in studio saranno due artisti distanti seppur vicini, un cantore di ieri e uno di domani: Francesco Baccini e il rapper Willie Peyote, due visioni diverse e complementari di Tenco, attraversate dall’Orchestra dei Colli Morenici diretta da Mauro Ottolini. A dare il suo contributo sul grande cantautore scomparso anche Vittorio Sgarbi, per una prospettiva a 360 gradi che spazierà dalla sua musica, a quello che Luigi Tenco ha rappresentato per l’opinione pubblica, da ieri a oggi. Un racconto musicale dal vivo, un programma dallo spirito divulgativo, che vedrà Morgan nei panni di autore, conduttore e maitre a penser. Una grande occasione per condividere finalmente con il suo pubblico tanti anni di lavoro e di studio.

Cantautoradio è un programma dove si intrecciano storie, aneddoti, significati, arrangiamenti originali, testimonianze inedite, tutte narrate dalla personale visione di uno dei più proficui e accreditati divulgatori della buona musica. Puntata dopo puntata Morgan sarà accompagnato dai suoi musicisti e da tanti ospiti che interagiranno con lui tra storie mai raccontate, una narrazione originale delle canzoni e esibizioni live in studio. Le prime due puntate sono state dedicate a Fabrizio De André, con Dori Ghezzi, Franco Mussida e The Andre.

Per ascoltare la prima puntata clicca qui: https://www.raiplayradio.it/audio/2019/09/Cantautoradio-8f8c7306-e387-49a8-b91f-0c47dc0263ad.html

Per la seconda clicca qui: https://www.raiplayradio.it/audio/2019/09/Cantautoradio-cd5a8b82-1386-47cf-8d30-8a28fee77817.html

Cantautoradio è in onda su Rai Radio2 tutti i sabati alle 22, anche su RaiPlayRadio.it/Radio2, sulla app RaiPlay Radio e con contenuti speciali e dirette sulle pagine facebook, instagram e twitter di @RaiRadio2.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *