Rai: ecco i palinsesti della prossima stagione

Accendere la televisione sulla Rai, per molti italiani vuol dire sentirsi in famiglia, avere qualcuno che ti fa compagnia! Una persona lo ha fatto meglio degli altri”.  Con queste parole il direttore generale della Rai, Mario Orfeo ha aperto la presentazione del palinsesto della prossima stagione, mentre sullo schermo gigante alle sue spalle appariva il sorriso di Fabrizio Frizzi, il noto conduttore prematuramente scomparso poco tempo fa, salutato con un lungo applauso da tutti i presenti in piedi per lui.

5BA97FEE-64D6-452D-B0E0-DF2AD1D9B247I

E Fiorello dov’è?” Sembravano chiedersi tutti, dopo i rumors delle scorse settimane, leggendo l’offerta per l’autunno 2018 dei canali RAI (Rai1, Rai2, Rai3, Rai4, Rai Fiction e Rai Play).

Quando è venuto a Sanremo lo abbiamo scoperto solo due giorni prima. Chi vivrà, vedrà», le parole con cui direttore generale Mario Orfeo, ha liquidato l’argomento.

Archiviata dunque la notizia che dava Fiorello sulla Rete Nazionale, Orfeo ha introdotto il palinsesto per l’autunno 2018, “Il futuro è già in programma” un vero e proprio evento che ha visto la partecipazione di stampa, addetti ai lavori e ovviamente anche i protagonisti.

Si parte con l’evento clou dell’anno: Sanremo. Dopo il successo di quest’anno, anche nel 2019  sarà affidato a Claudio Baglioni, presente virtualmente in sala, in videoconferenza con sole e mare alle spalle, che con piacere si appresta a ripetere l’esperienza perché – dichiara – “le sfide facili non sono per me”. Claudio Baglioni sarà anche protagonista  il 15 settembre dell’evento Il Centro che celebra i suoi 50 anni di carriera.

94D599D1-3983-46E5-92BC-F07CD224E472

Confermato anche  un grande inizio d’anno a passo di danza,  il 1 gennaio 2019 con Roberto Bolle, dopo il successo de La mia danza libera.

Ma il primo importante evento che aprirà la prossima stagione di Rai1 sarà La Notte,  il 9 settembr lo show di Andrea Bocelli dall’Arena di Verona, condotto da Milly Carlucci.

Dal 27 ottobre il sabato sera di Rai1 vedrà protagonista Antonella Clerici con la nuova versione di Portobello, lo storico programma caro a molti, ideato e condotto da Enzo Tortora dal 1977 al 1983: “Voglio rifare Portobello esattamente come lo ricorda la gente, ci sarà tutto, pappagallo compreso“, ha dichiarato la conduttrice.

Al suo posto a mezzogiorno alla Prova del cuoco subentrerà Elisa Isoardi.

Su Rai1 anche Flavio Insinna con l’Eredità in preserata e Ulisse di Alberto Angela il sabato sera dal 29 settembre, preceduto il 22 da Stanotte a Pompei, un viaggio nella bellissima cittadina campana che avrà inizio la notte prima dell’eruzione del vulcano che la distrusse.

Amadeus condurrà dal 17 settembre “Soliti Ignoti- IL Ritorno”, Carlo Conti dal 14 settembre Tale e Quale Show,

La domenica vedrà protagonisti nella prima parte del pomeriggio Mara Venier con la sua versione di Domenica In, nella seconda Cristina Parodi con La Prima Volta e la sera toccherà a Fabio Fazio con Che Tempo Che Fa.

Sempre sulla rete ammiraglia arriva Caterina Balivo che animerà il pomeriggio con il nuovo programma Vieni da me, mentre Bianca Guaccero la sostituirà a Detto Fatto su Rai2.

Su Rai2 debutta Quelli che il sabato, dedicato agli anticipi di serie A e alla serie B con Andrea Delogu e Gabriele Corsi e Licia Colò che ritorna in Rai con un programma dedicato allo spettacolo della natura in Italia e nel mondo, Niagara.

Confermate nelle serate del Weekend le serie TV crime targate USA.

Tante novità anche su Rai3, e un ritorno, quello di Serena Dandini.

E dato che “Le dieci fiction più viste dell’anno sono tutte e dieci produzioni Rai”, come ha detto Morfeo le fiction avranno un ruolo fondamentale nel nuovo palinsesto: ci saranno nuove grandi produzioni internazionali della Rai, come Medici – Lorenzo il Magnifico, seguito di Medici, e Il nome della rosa, con John Turturro e anche tanti ritorni, come Una pallottola nel cuore con Gigi Proietti, Il Commissario Montalbano e Che dio ci aiuti.

La presentazione del nuovo palinsesto è stata anche l’occasione per Rai Pubblicità per annunciare le nuove strategie e la nuova organizzazione, focalizzate ad una maggior e integrazione dei brand con i contenuti Rai per rafforzarne l’identità e migliorarne la reputazione.

64DF255F-4C43-4939-AF7A-E3300B3C2671

Contiamo di raggiungere gli obiettivi del fatturato 2018 con una politica commerciale che valorizzi la qualità Rai, grazie da un affollamento contenuto che  offra maggiore visibilità ai nostri clienti, portando ad  un aumento dei progetti di comunicazione centrati sulla brand integration e sulle iniziative speciali – ha dichiarato Antonio Marano, Presidente e AD di Rai Pubblicità – Azioni che hanno già potato ad un aumento del 6% del CPG sul target 25-34 anni, a fronte di una flessione del 2% del totale mercato. La nostra redditività è aumentata del 5%”.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *