Rai Radio Live: al via un nuovo programma sul turismo lento

Da venerdì 19 aprile, il palinsesto di Rai RadioLive si arricchisce di un nuovo programma che andrà in onda per dieci settimane alle 13, e in replica anche il sabato e la domenica allo stesso orario.

Dieci Passi nella Storia, i cammini del tempo raccontano” è un programma in dieci puntate ideato e condotto da Tiziana Iannarelli, appassionata di cammini e di storia ed con esperienza radiofonica.
Il 2019 è l’anno nazionale del turismo lento che dopo il 2016 anno dei cammini, il 2017 dei borghi e 2018 del cibo italiano, diventa un ulteriore modo per valorizzare i territori italiani meno conosciuti dal turismo internazionale per rilanciarli in chiave sostenibile favorendo esperienze di viaggio innovative. Un anno all’insegna degli itinerari intelligenti e dunque sostenibili. Una scelta, quella di dedicare un intero anno al turismo lento, che dimostra quanto in Italia l’eco turismo sia sempre più richiesto. Lo dimostrano il numero dei camminatori, l’indotto economico che si sta creando e la rete dei cammini che è sempre più fitta e più organizzata.

Sentieri adatti a tutti i camminatori che desiderano immergersi a passo lento in quel patrimonio fatto di storia e di natura, di buon cibo, di paesaggi e spiritualità, che costituiscono il carattere originale e l’essenza della nostra Italia. Ogni puntata sarà dedicata ad un cammino dei tantissimi presenti su tutto il territorio nazionale (il Cammino di San Benedetto, la Via degli Dei, la Via dei Lupi e altri) che porteranno l’ascoltatore a scoprire i sentieri e la loro storia, ad informarsi su come raggiungerli, sulle difficoltà, sulla durata, su cosa vedere e cosa mangiare durante il percorso, anche con il contributo di esperti camminatori che risiedono nel luogo di cui si parla, che interverranno in ogni puntata. “Dieci passi nella Storia, i cammini del tempo raccontano” si ascolta al link www.radiolive.rai.it, su Rai Play Radio, sull’app di Radio Rai, sulla radio digitale Dab+ e sul digitale terrestre televisivo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *