I love my radio: i grandi network lanciano un contest per eleggere il brano più amato degli ultimi 45 anni

Il tormentone estivo di questa estate così diversa dalla altre potrebbe diventare “Mare mare” cantata da Elisa o “Centro di gravità permanente” intonata da Biagio Antonacci.

Per far fronte all’assenza delle consuete iniziative estive, tra concerti e tour nei luoghi di villeggiatura, e probabilmente anche di nuove uscite, le radio italiane pubbliche e private si sono unite in un’iniziativa senza precedenti: “I Love My  Radio“, un “format” musicale che prevede da un lato un concorso per eleggere il brano più amato degli ultimi 45 anni (tra i 45 selezionati tra i più trasmessi in radio ogni anno) e dall’altro la reinterpretazione di alcune di queste canzoni da parte di alcune star della musica italiana.

Le cover saranno passate da tutte le radio, una per settimana fino alla fine di luglio. E diventeranno una compilation. A ottobre, un grande evento siglerà la chiusura del progetto ‘I Love My Radio‘ con uno speciale concerto in diretta multipiattaforma in radio, tv e streaming sui canali social di tutte le emittenti con gli artisti protagonisti che hanno aderito al progetto.

Un modo per rilanciare attenzione e fidelizzazione al mezzo radiofonico degli italiani (che già in quarantena hanno dimostrato un grande attaccamento, destinato ad aumentare in Fase2, con la ripresa dell’uso delle automobili e la riapertura dei negozi) in questa estate 2020, segnata dal distanziamento sociale, ma soprattutto un messaggio di unione che arriva da un settore sempre molto competitivo.

L’iniziativa, presentata ieri da Gerry Scotti insieme a tanti dei maggiori editori e responsabili delle emittenti coinvolte, è nata da un’idea del presidente di Rtl 102.5, Lorenzo Suraci, ed è stata  costruita “in soli 20 giorni, in una serie di aperitivi virtuali in video collegamento con gli altri attori coinvolti e cioè Rai Radio 2, Rds 100%  Grandi Successi, Radio Deejay, Radio Italia, Radio 105, Radio Kiss  Kiss, Virgin Radio, Radio 24, R101, Radio Subasio, m2o, Radio Capital, Radio Monte Carlo, Radiofreccia, Radio Norba e Radio  Zeta.

“Un segnale di unità e coesione in un momento difficile che l’Italia sta vivendo”, ha detto Scotti presentando l’iniziativa.

Le 45 canzoni dell’estate Sono state selezionate, dai direttori artistici di queste radio, 45 canzoni, una per ogni anno dal 1975 al 2019.

Eccole: ‘Sabato  Pomeriggio’ di Claudio Baglioni (1975), ‘Margherita’ di Riccardo  Cocciante (1976), ‘Ti amo’ di Umberto Tozzi (1977), ‘Una donna per  amico’ di Lucio Battisti (1978), ‘Albachiara’ di Vasco Rossi (1979),  ‘Luna’ di Gianni Togni (1980), ‘Centro di gravità permanente’ di  Franco Battiato (1981), ‘Non sono una signora’ di Loredana Bertè  (1982), ‘La donna cannone’ di Francesco De Gregori (1983), ‘Notte prima degli esami’ di Antonello Venditti (1984), ‘Una storia  importante’ di Eros Ramazzotti (1985), ‘Caruso’ di Lucio Dalla (1986), ‘Senza una donna’ di Zucchero (1987).  E, ancora, ‘Perdere l’amore’ di Massimo Ranieri (1988), ‘Ti pretendo’  di Raf (1989), ‘Uomini soli’ dei Pooh (1990), ‘Quando’ di Pino Daniele (1991), ‘Mare Mare’ di Luca Carboni (1992), ‘La solitudine’ di Laura  Pausini (1993), ‘Come mai’ degli 883 (1994), ‘Certe notti’ di Ligabue  (1995), ‘Domani’ degli Articolo 31 (1996), ‘Laura non c’è’ di Nek  (1997), ‘Quanto tempo e ancora’ di Biagio Antonacci (1998), ’50  Special’ dei Lunapop (1999), ‘Due destini’ dei Tiromancino (2000),  ‘Luce (tramonti a Nord Est)’ di Elisa (2001). Per concludere con ‘Salirò’ di Daniele Silvestri (2002), ‘Gocce di  memoria’ di Giorgia (2003), ‘Sere nere’ di Tiziano Ferro (2004),  ‘Estate’ dei Negramaro (2005), ‘Sei nell’anima’ di Gianna Nannini  (2006), ‘Pensa’ di Fabrizio Moro (2007), ‘A te’ di Jovanotti (2008),  ‘Come foglie’ di Malika Ayane (2009), ‘Mondo’ di Cesare Cremonini e Jovanotti (2010), ‘Tranne te’ di Fabri Fibra (2011), ‘La notte’ di  Arisa (2012), ‘L’essenziale’ di Marco Mengoni (2013), ‘Magnifico’ di  Fedez feat Francesca Michielin (2014), ‘Roma Bangkok’ di Baby K e Giusy Ferreri (2015), ‘Ti sembra normale’ di Max Gazzè (2016),  ‘Occidentali’s karma’ di Francesco Gabbani (2017), ‘Questa nostra  stupida canzone d’amore’ di Thegiornalisti (2018), ‘Soldi’ di Mahmood  (2019).

Le 45 canzoni andranno a comporre una compilation virtuale da cui gli ascoltatori potranno scegliere il proprio brano del cuore, una platea di 45 milioni di utenti (tanti sono gli italiani che ogni settimana ascoltano la radio, anche via smartphone, televisore, computer, smart speaker e tablet) che potranno votare online, a  partire dal 18 maggio fino al 31 luglio, su ilovemyradio.it e da cui si potrà accedere direttamente da tutti i siti delle radio coinvolte.

Le prime cover Dieci cantanti italiani parteciperanno con una loro cover di uno dei brani: Elisa ha scelto ‘Mare Mare’ di Luca Carboni (“una canzone  apparentemente lontana dalle mie corde ma che mi è sempre piaciuta  moltissimo”), Biagio ‘Centro di gravità permanente’ (“un pezzo non  facile ma evviva le cose diverse soprattutto in un momento così  difficile”) e Tiziano Ferro ‘Perdere l’amore’ (“quest’anno a Sanremo ho coronato il sogno di cantare questa canzone con Massimo Ranieri ma non l’avevamo registrata, dunque lo abbiamo fatto ora”).

A loro si aggiungono Giorgia, J-AX, Marco Mengoni, Gianna Nannini, i Negramaro, Eros Ramazzotti e Jovanotti che presto sveleranno la loro hit.

Lorenzo Suraci (gruppo Rtl 102.5): “Siamo orgogliosi di condividere con tutte le altre emittenti un altro appassionante obiettivo e siamo certi che anche questa estate la musica made in Italy saprà affermarsi come la colonna sonora migliore degli stati d’animo dei nostri connazionali”

La Rai c’è “Da quasi 100 anni – ha spiegato Roberto Sergio, direttore di Rai Radio – la radio Rai tiene compagnia a tutti  gli italiani, interpretando il proprio ruolo di Servizio pubblico. Un ruolo che ci impegniamo a portare avanti ogni giorno con l’obiettivo di ”ascoltare” il Paese, cercando di portare a tutti, quando serve e dove serve: musica, intrattenimento e informazione. Siamo al servizio degli ascoltatori, soprattutto nei momenti più difficili, e oggi vogliamo esserlo spingendo per il rilancio del settore dello  spettacolo e della musica. Per questo, non potevamo non esserci e abbiamo sposato con entusiasmo il progetto I love my radio di cui siamo partner orgogliosi grazie alla squadra di Radio 2, guidata dal Direttore Paola Marchesini, a cui va il merito di essere riuscita ad arricchire e innovare il palinsesto nel periodo del lockdown, all’insegna di quella leggerezza intelligente che è da sempre la cifra stilistica del canale”.

Paolo Salvaderi (RadioMediaset): “Aprile è stato per tutti estremamente difficile dal punto di vista della pubblicità ma con il passaggio alla Fase 2 avvertiamo segnali di ripresa. Questo importante progetto radiofonico che si lega alle canzoni che hanno fatto la storia del nostro Paese, vuole accompagnare gli italiani verso un futuro migliore”.

Linus (Gedi): “Faccio la radio dal 1976, e l’ho vista attraversare momenti di grande splendore e altri di altrettanta incertezza. Questa è la prima volta però che fra tutti noi si respira un’atmosfera di così grande unità. E’ proprio vero, le difficoltà sono una grande occasione. Spero che I Love My Radio sia solo l’inizio”.

Eduardo Montefusco (Rds): “E’ bello ed epocale che si realizzi per la prima volta un contest insieme a tutte le radio unite, dove i protagonisti sono gli ascoltatori utenti nel poter scegliere i brani che hanno rappresentato i momenti più belli della loro vita”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *