Il Primo Maggio su Radio1 è dedicato al lavoro e ai diritti dei lavoratori dell’emergenza Covid19

Come ogni anno Rai Radio1 dedica molta attenzione al 1° Maggio con un impegno che parte dal mattino presto e arriva notte fonda. Quest’anno in evidenza ci saranno i medici e gli infermieri, e il loro lavoro in prima linea nella lotta al coronavirus.
Si comincia all’alba, alle 5.05, con Il mattino di Radio1. A seguire Radio anch’io, alle 7.35, che punterà i riflettori su come cambierà il lavoro: smart working, distanziamento e spostamenti. A partire dalle 10:30 inizierà il tradizionale filo diretto Speciale Gr1 – 1 Maggio che andrà avanti fino alle 13. Rai Radio1 racconterà l’Italia di oggi stretta nella crisi economica, conseguente all’emergenza Covid19, ma che non intende mollare. Quali sono i settori in maggiore sofferenza? Come sta reagendo il Paese? Come si sta riorganizzando? In che modo si prepara alla ripartenza? Cosa si sta facendo per proteggere i lavoratori in questo momento difficile?

A queste ed altre domande proveranno a dare risposta gli ospiti al microfono di Americo Mancini e Paola Bonanni. Niente collegamenti dai luoghi simbolo del 1° Maggio, ma interventi dei segretari confederali e rappresentanti di tutte le forze sociali. Verrà  poi trasmesso e commentato l’intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Ancora, i collegamenti degli inviati del Giornale radio con testimonianze, voci, storie per raccontare l’Italia che vuole tornare a sorridere: un ospedale, una fabbrica che produce mascherine, e poi sui campi per evidenziare la carenza di manodopera.

Ampio spazio anche alla musica con lo Speciale Radio1 musica – 1 Maggio in due momenti della giornata. Nel primo, dalle 13.30 alle 15, Marcella Sullo e Duccio Pasqua, racconteranno il Primo Maggio insieme a vari artisti come Diodato e Michele Riondino, che è anche organizzatore del concerto di Taranto.

Nello spazio serale dalle 21 alle 23 invece, i riflessi saranno puntati su l’emergenza Covid19 in tutte le professioni legate al mondo della musica: i musicisti, i negozi di dischi, i locali, e tutti i lavoratori del mondo della musica e dello spettacolo. La giornata si chiuderà con la rassegna notturna Tra poco in edicola che anticiperà l’inizio alle 23.05 e che sarà dedicato in ampia parte alla ricorrenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *